Carlo Aonzo con il suo Trio presenta “Mandolitaly”

Il mandolino come non l’avete mai sentito! 
Dopo “A Mandolin Journey”, viaggio attraverso i continenti, il celebre mandolinista savonese  torna a viaggiare, questa volta lungo la tradizione italiana alla riscoperta della colonna sonora del nostro paese. Filo conduttore il mandolino che, nella chiave moderna ed eclettica di Aonzo, 
con il suo personalissimo stile, rende la rilettura di questo repertorio attuale e sorprendente. Attraversando l'intera penisola, Mandolitaly interpreta le pagine musicali simbolo della tradizione del Bel Paese nel mondo e colonna sonora di intere generazioni di italiani. Gli arrangiamenti del 
Trio creano nuove suggestioni, esaltando l'espressività dello strumento italiano per eccellenza con inedite armonie in bilico tra passato e presente. 
Da Calace a Modugno, passando attraverso le regioni italiane e la loro migliore tradizione canzonettistica, il mandolino di Aonzo spariglia le carte e getta una luce nuova sulla nostra memoria musicale: dalle internazionali Arrivederci Roma e Roma nun fa la stupida stasera ai grandi padri storici del mandolino come Carlo Munier, con un tuffo nel repertorio classico, Il tutto come sempre rivisitato negli arrangiamenti, che prediligono la contaminazione tra diversi stili caratteristica del Trio. 
Musicista colto e fuori dagli schemi, Carlo Aonzo ha riversato su questo strumento l’arte barocca della meraviglia: quell'abilità di mettere lo spettatore di fronte alla magia di cui è capace l’arte uscendo dall’usuale e dal consueto per affondare semplicemente nel vasto e poliedrico mondo della creatività, che non ha e non vuole avere limiti. E così l’arrangiamento di Nel blu dipinto di blu (Volare), che abbiamo ascoltato nella nostra vita in tutte le versioni possibili e immaginabili, 
si lascia contaminare dal blues, dalla reggae music e dai ritmi sud-americani. E John Coltrane viene, viceversa, immaginato a tarantellare fra le vie di Napoli. Forte del successo, in Italia, Europa e Stati Uniti, di “A Mandolin Journey” che ha voluto indagare l’evoluzione che lo strumento simbolo dell’Italia ha avuto nel mondo, il Carlo Aonzo Trio ha trasferito sul repertorio prettamente italiano gli arrangiamenti di brani classici e popolari, il 
gusto e la contaminazione che sono state del precedente progetto: swing, jazz, ritmi complessi, con forti influenze statunitensi e sudamericane, unendo in un mix ricco di atmosfere e sonorità musica colta e tradizione, valori artistico-musicali estremamente importanti del nostro Paese. 
Alcuni illustri "Special Guests", veri leader nei rispettivi generi, hanno partecipato al nuovo cd, musicisti straordinari che hanno dato un contributo prezioso ed originale a questo lavoro, con l'aggiunta di nuovi timbri e colori: Claudio Bellato (chitarra), Rodolfo Cervetto (batteria), Antonio Marangolo (sax tenore), Ismaila Mbaye (percussioni africane), Fabio Rinaudo (cornamuse, flauti), Daniele Sepe (sax soprano), Ike Stubblefield (organo hammond), Riccardo Tesi (organetto), Riccardo Zegna (pianoforte). 

Questi i titoli di “Mandolitaly”: 

 
Nel Blu Dipinto di Blues  
- Volare (D. Modugno)  
Ma Se Ghe Pensu (A. Margutti)  
Baci in Quantità  
- Ba Ba Baciami Piccina (L. Astore)  
- Un Bacio a Mezzanotte (G. Cramer)  
Roma  
- Arrivederci Roma (R. Rascel)  
- Roma Nun Fa la Stupida Stasera (A. Trovaioli)  
Mazurka Sentimentale (C. Munier)  
Marcia Eroica (C. Munier)  
Voce 'e Notte (E. De Curtis)  
Taranta Steps  
- Tarantella (R. Calace)  
- Giant Steps (J. Coltrane)  
Da un Balcone Ungherese (N. Bruzzone)  
Pagliaccio (Carosello) (traditional)  
Toccata in La Maggiore (Intervallo) (P. D. Paradisi)  
Nebbi'a la Valle (Amara Terra Mia) (traditional)  
Trinacria Suite  
- Tarantella (traditional)  
- Ciuri Ciuri (F. P. Frontini)  
- Vitti na Crozza (F. Li Causi)  
Madunina On Broadway  
- O Mia Bela Madunina (G. D'Anzi)  
Clara's Suite  
- Vulcano (M. Cavallari)  
- Oh, Katia! (traditional)

IL MANDOLINO APPASSIONA LA CINA

il vietnam celebra il mandolino

Al Festival di Saigon Carlo Aonzo e il suo mandolino incontrano un gruppo nutrito di appassionati musicisti, nell'ottica di un reciproco scambio tra le diverse culture musicali. Grande interesse e attenzione durante le masterclass e applausi del pubblico per il concerto esibizione.

il mandolino protagonista al paganini genova festival

III WINTER EDITION - SORRENTO 26-30 DICEMBRE 2018

 

La III edizione del nostro Campus invernale si svolge nuovamente a grande richiesta nella mitica Sorrento, località intrisa di storia e tradizione indissolubilmente legate alla musica e in particolare ai nostri strumenti di riferimento. 

Il Corso è indicato per partecipanti di ogni livello: musicisti, studenti di conservatorio, professionisti, insegnanti, solisti e concertisti che vogliano approfondire il proprio repertorio, nonché completi novizi in cerca del primo approccio allo strumento. 

Docenti di consolidata fama e di pluriennale esperienza didattica vi guideranno attraverso il programma che più si adatta alle vostra aspettativa di apprendimento. 

A fianco del Direttore Artistico e docente di mandolino Carlo Aonzo, i Maestri Michele De Martino e Carla Senese (mandolino), Roberto Margaritella e Riccardo Del Prete (chitarra). 

L'offerta didattica verrà ulteriormente arricchita, l'organizzazione è in continua evoluzione, fate attenzione agli aggiornamenti.

 https://accademiamandolino.com/info-iii-edition

 

26 ottobre ore 23:00 Rai Radio3 Suite alla stanza della musica Carlo aonzo trio

IL MANDOLINO DI CARLO AONZO VOLA TRA ITALIA E GERMANIA

CARLO AONZO VINCE IL “PREMIO PER LA MUSICA INDIPENDENTE”

Carlo aonzo on air su radio babboleo

GRAN FINALE DEL FESTIVAL “MUSIC & WINE” AL CASSERO CON IL BEL CONNUBIO TRA MANDOLINO E CHITARRA UNITI AI GRANDI VINI E AGLI ARTISTI EMERGENTI DEL TERRITORIO

giulio iacchetti gives the traditional mandolin a clean, contemporary makeover

A GEMONA PER 10 ANNI DI CINETECA DEL FRIULI

GENOVA CELEBRA IL MANDOLINO

Dartmouth college